Top
aquinum

Il meraviglioso sito archeologico di Aquinum, fino a pochi anni fa conosciuto solo tra gli addetti ai lavori, è salito alla ribalta per le sensazionali scoperte che le campagne di scavo hanno e continuano a portare alla luce. Da nove anni, infatti, l’Università del Salento, sotto la guida del professor Giuseppe Ceraudo, conduce le ricerche sul campo con ritrovamenti sorprendenti.
Resti davvero ben conservatisi, strade e un complesso termale di dimensioni ragguardevoli.

La gestione del sito è affidata alla società  Ars, con il coordinamento sul campo dell’archeologo Giovanni Murro, componente dello staff di direzione degli scavi sin dalla prima campagna del 2009.
Abbiamo sentito il Dott. Murro sugli sviluppi delle ultime settimane:
“Gli scavi di Aquinum hanno decisamente arricchito il quadro culturale del nostro territorio. Credo che oltre agli aspetti scientifici, il nostro compito sia anche quello di ricreare una connessione emotiva: stiamo riuscendo ad offrire ad un pubblico sempre più ampio dei valori di appartenenza alla propria terra che prescindono da limiti anagrafici e sociali.
Ho avuto la fortuna di vedere emergere dalla terra l’ultimo notevole ritrovamento, il probabile ritratto di Giulio Cesare.  La cosa più emozionante è stato vedere gli occhi delle persone presenti in quel momento: operai, studenti,colleghi.
Voglio pensare che questo sia una sorta di “premio motivazionale” per il lavoro che abbiamo condotto in questi anni.  Un premio che stiamo già investendo in un progetto che nel prossimo futuro vedrà la città di Aquinum proiettata su uno scenario prestigioso finora mai raggiunto dal nostro territorio.
Fortuna forse, ma tenacemente rincorsa. Del resto, homo faber fortunae  suae“.
Il ritrovamento del ritratto ha destato un tale interesse da essere citato dalle maggiori agenzie di stampa e addirittura dal TG1.

aquinum cesare

Il serio e il faceto

Molti sono stati gli appassionati del sito che, al momento del rilascio delle prime foto del ritratto millenario, hanno notato una certa somiglianza con un conquistatore famoso in tutto il mondo per le sue epiche gesta.
Non stiamo parlando di Giulio Cesare, bensì dell’antagonista di Harry Potter: Lord Voldemort!
Inevitabilmente la cosa ha suscitato l’ilarità dei gestori della pagina Facebook, che hanno anche prodotto un simpatico meme sul tema, a voi il giudizio sul confronto.

aquinum voldemort

Leave a Reply: